AUSL8 - via Curtatone, 54 - Arezzo tel. 0575.2551 e-mail: urp@usl8.toscana.it
Comunicazione e stampa Ufficio Stampa Archivio comunicati “Ospedale amico del bambino”, la Gruccia sotto esame

“Ospedale amico del bambino”, la Gruccia sotto esame

equipe_tafiAvviate le procedure per ottenere il riconoscimento UNICEF. Lunedì prossimo si terrà un incontro pubblico sul progetto.

MONTEVARCHI – All’ospedale della Gruccia sono in corso le procedure per ottenere il riconoscimento UNICEF di “Ospedale amico del bambino”, il primo in provincia di Arezzo a potersi fregiare dell’importante certificazione. La procedura è iniziata a maggio e necessiterà ancora di molto mesi di lavoro ma intanto, per lunedì prossimo 4 dicembre alle ore 9 nella sala Paul Harris è organizzato un incontro aperto al pubblico. Presenterà il progetto che lega la Gruccia all’UNICEF e i dati/attività del Punto Nascita valdagnese.

Tra i relatori, Elise Chapin (Programma Insieme per l’allattamento, UNICEF Italia), Manila Bonciani (Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa), Paola Rossini e Chiara Botti (ostetriche del Punto nascita Valdarno) e una mamma che parlerà del gruppo di auto-aiuto per l’allattamento al seno. I lavori saranno aperti dalla proiezione di un video ad opera di Stefania Mugnai (responsabile Ostetricia) e dai saluti del direttore dell’ospedale Daniela Matarrese e del presidente della conferenza dei sindaci Sergio Chienni.

“Il riconoscimento dell’UNICEF è legato alla promozione dell’allattamento al seno negli ospedali – spiega Luca Tafi, direttore UOSD Pediatria/Neonatologia – L’allattamento rappresenta un beneficio a cui hanno diritto tutti i bambini senza alcuna discriminazione. E’ un’esperienza unica, che fornisce l´alimentazione completa e contribuisce al pieno sviluppo e alla sana crescita. È ampiamente provato che allattare al seno riduce la mortalità infantile e l´incidenza e la gravità delle malattie infettive. Il nostro ospedale già da anni è attivo su questo tema e adesso stiamo lavorando per ottenere l’importante riconoscimento”.

In occasione dell’incontro pubblico, saranno rese note anche le attività e i dati del reparto, tra cui il numero di parti del 2017 (485 di cui 67 avvenuti in acqua). I neonati che al momento delle dimissioni vengono allattati al seno sono oltre il 90%.